Agnone

La nota fonderia Marinelli di Agnone, gestita da moltissimi anni dall'omonima famiglia, produce con esperienza e passione le campane più prestigiose da collocare nei campanili più importanti del mondo.
Realizzate con le stesse tecniche ed i materiali dei maestri del Medioevo e del Rinascimento, le campane devono il loro successo non solo all'esperienza di coloro che le creano, ma anche alla qualità dei loro suoni tanto potenti quanto limpidi; si pensi che la campana per il Giubileo, che ha annunciato in Piazza San Pietro l’inizio del terzo millennio, proviene proprio dalla Fonderia Marinelli di Agnone.

 

 

L'importanza della fonderia Marinelli è stata sottolineata con l’apertura dell'attiguo “Museo Storico della Campana”, dedicato a papa Giovanni Paolo II, che il 19 marzo 1995, allietò la popolazione di Agnone con la sua visita in paese.
Al suo interno oltre all'esposizione di oggetti di lavoro e d’arte, realizzati dalla fonderia, è presente anche un'ampia sala adibita a convegni ed esposizioni di qualsiasi natura culturale, oltre ad una biblioteca, ad un'archivio, ad una videoteca, e ad una sala per le proiezioni.

 


Il 24 dicembre di ogni anno, Agnone ripropone una caratteristica tradizione nota come la Ndocciata alla quale prendono parte gruppi di giovani ed anziani che sfilano per le strade del paese con sulle spalle torce di legno di abete bianco e fasci di ginestre secche che con il loro fuoco danno vita ad una emozionante atmosfera.
Al termine del corteo le torce verranno utilizzate per accendere un grande falò, che simboleggia la cancellazione degli eventi negativi che hanno caratterizzato l' anno che giunge ormai alla fine.